Luigi Romano arriva alla guida del Banco Popolare Siciliano

Luigi Romano arriva alla guida del Banco Popolare Siciliano

Matteo Faissola lascia per assumere il ruolo direttore territoriale della Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno, sempre all’interno del gruppo Banco Popolare

Catania 29 gennaio 2016

 

Dopo tre anni e mezzo alla guida del Banco BPM Siciliano, Matteo Faissola lascia per assumere l’incarico di direttore territoriale della Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno, sempre all’interno del gruppo Banco BPM. Al suo posto, come responsabile della rete Sicilia, è stato nominato Luigi Romano che dal 2007 è impegnato nel gruppo come responsabile di area affari, negli ultimi tre anni a Roma, all’interno della Direzione territoriale Centro Sud.

Luigi Romano, classe 1958, nato a Troina in provincia di Enna, vanta una lunga carriera in ambito bancario sviluppata soprattutto nella rete dove ha acquisito un’esperienza tecnica e commerciale approfondita, sia sul fronte delle imprese sia della clientela privata.

Significativa anche la conoscenza del territorio siciliano. All’interno del gruppo, infatti, è stato impegnato in Sicilia dal 2007 al 2012, alla guida delle aree affari di Palermo, Catania, Sicilia sud est, Ragusa e Caltanisetta, per poi spostarsi nella capitale.

Sotto la direzione di Matteo Faissola, in questi anni il Banco BPM Siciliano è diventato una realtà sempre più importante dentro la Direzione Centro Sud del gruppo. Una realtà rappresentata da circa 700 dipendenti, 77 sportelli, 4 aree affari; 1,7 miliardi di impieghi e 2,7 miliardi di raccolta complessiva (diretta e indiretta); con un totale di 140 mila conti correnti.

La Direzione territoriale Centro Sud del Banco BPM, guidata da Francesco Sepe, ha rivolto un unanime ringraziamento a Matteo Faissola per il lavoro e l’impegno dedicati al Banco BPM Siciliano in questi anni e il migliore augurio di buon lavoro a Luigi Romano per l’importante ruolo che è stato chiamato a svolgere in Sicilia.