Incontro sul volontariato al Centro Famiglie di Nazareth di Modena

Incontro sul volontariato al Centro Famiglie di Nazareth di Modena

Insieme al Presidente del Centro Nazionale del Volontariato Edoardo Patriarca, ne parlano le istituzioni locali

Si terrà giovedì 22 ottobre a Modena alle 17.00, presso l’Auditorium Centro Famiglia di Nazareth, Strada Formigina 319, l’incontro “Il volontariato italiano. Un popolo che si impegna per una società più coesa” promosso dal Banco S.Geminiano e S.Prospero (gruppo Banco BPM).

L’incontro prevede una tavola rotonda durante la quale verrà presentato in anteprima lo studio “I profili del Volontariato italiano” curato dalla Fondazione Volontariato e Partecipazione in collaborazione con il Banco BPM. La ricerca offre un’analisi accurata dei profili dei volontari e dei presidenti delle organizzazioni di volontariato italiane analizzandone la diffusione e le varie forme, le caratteristiche socio-demografiche, le modalità di impegno, i valori, le motivazioni, le condizioni nonché la mappa territoriale.

Parteciperanno alla tavola rotonda: il Presidente del Banco BPM, Carlo Fratta Pasini, il Presidente del CNV, Edoardo Patriarca, l’Arcivescovo di Modena, Don Erio Castellucci, il Presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il Sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli, e il Presidente del CSV di Modena Emanuela Carta. Modera Elio Silva, editorialista de “Il Sole24Ore”.

L’incontro, a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili, sarà introdotto dal saluto di Claudio Rangoni Machiavelli, Consigliere di amministrazione del Banco BPM: “Sarà l’occasione per approfondire le tematiche legate al terzo settore, un fronte sul quale il Banco BPM è da sempre impegnato attivamente. I rapporti con le associazioni di volontariato e con le cooperative sociali dei territori in cui il Banco opera, in Emilia Romagna e non solo, rappresentano un’importante opportunità di sviluppo che vale la pena cogliere e promuovere“.

In apertura della tavola rotonda Andrea Bertocchini della Fondazione Volontariato e Partecipazione fornirà alcuni dati della ricerca.