Banca Popolare di Crema presenta la “Giornata del Risparmio 2016” e le Borse di Studio Con Merito

Banca Popolare di Crema presenta la “Giornata del Risparmio 2016” e le Borse di Studio Con Merito

Presentata la Quinta Edizione della Giornata che si svolgerà al Teatro San Domenico di Crema.

Crema, 19 ottobre 2016

Quest’anno il tema guida della giornata è offerto da un incoraggiamento. “Non sprecare la tua idea!”: il risparmio interpretato come custodia e valorizzazione di tutte le ricchezze, soprattutto quelle derivanti dalle idee.

La “Giornata del Risparmio – Con Merito 2016”, che quest’anno celebra la quinta edizione, è fissata con gli studenti delle scuole superiori del Cremasco per il prossimo martedì 25 ottobre 2016, a partire dalle ore 9.30 presso il Teatro San Domenico di Crema.

La Giornata del Risparmio è l’incontro organizzato dalla Banca Popolare di Crema, in collaborazione con l’Associazione Popolare Crema per il Territorio. Nata con l’obiettivo di rilanciare la storica iniziativa dedicata ai giovani, la manifestazione, che si collega all’assegnazione delle borse di studio “Con Merito”, è divenuta, dopo le quattro edizioni sinora tenute, un momento d’incontro atteso da tutte le scuole superiori del territorio.

Lo svolgimento della mattinata sarà, come di consueto, diviso in due momenti. La prima parte dedicata allo sviluppo del tema “Non sprecare la tua idea” prenderà spunto da un progetto concreto realizzato da un giovane poco più che ventenne: Paolo Mantini parlerà, confrontandosi anche con gli studenti presenti in sala, della piattaforma digitale “Clockbeats” – fondata insieme al fratello – e dedicata ai professionisti del settore musicale. Paolo Mantini parlerà di come la sua passione per la musica e la sua formazione, è diplomato al conservatorio in contrabbasso, gli abbiano permesso di trasformare il suo talento in un progetto professionale che l’ha portato, tra l’altro, alla creazione della rivoluzionaria “Clockbeats Orchestra”.

Introdotti dai saluti di Giorgio Olmo, Presidente dell’Associazione Popolare Crema per il Territorio, e di Roberto Dalboni, responsabile della Banca Popolare di Crema, saranno sul palco del San Domenico insieme a Paolo Mantini, Paolo Landi, responsabile Sviluppo della Divisione Bpl e don Giorgio Zucchelli, direttore del settimanale “Il Nuovo Torrazzo”, in veste di moderatore.

La seconda parte sarà riservata all’assegnazione delle borse di studio “Con Merito” messe a disposizione dall’Associazione Popolare di Crema per il Territorio. Verranno in questa occasione consegnate le attestazioni per 116 borse di studio da 300 euro ciascuna, per un totale di 34 mila e 800 euro complessivi, ai due allievi di ogni “quinta” delle scuole superiori che, a giudizio della scuola di provenienza, si siano quest’anno distinti nel conseguimento del diploma di maturità.

«Sono veramente soddisfatto di poter celebrare la quinta edizione della ‘Giornata del Risparmio/Con Merito’ – commenta Giorgio Olmo, presidente dell’Associazione Popolare Crema per il Territorio – un appuntamento atteso e che ancora oggi testimonia la validità dell’idea che ne costituisce la sostanza: il collegamento tra la formazione e il merito che si guadagna attraverso il lavoro costante».

«Compresa quella che stiamo per vivere – ricorda Olmo – in tutte le edizioni della ‘Giornata/Con Merito’ abbiamo assegnato borse di studio per un ammontare complessivo che ha superato i 200 mila euro, con cui abbiamo riconosciuto l’impegno e gli eccellenti risultati di tanti studenti cremaschi che dal 2012 ad oggi hanno affrontato e superato gli esami di maturità».

«La “Giornata del Risparmio” e le borse di studio “Con Merito” – commenta Roberto Dalboni, responsabile della Banca Popolare di Crema – continuano a essere un evento che mette in risalto l’impegno profuso da tanti giovani nel raggiungere obiettivi importanti; impegno che trova uno spazio per essere valorizzato e premiato». «Credo che questa iniziativa rappresenti in modo concreto la collaborazione positiva tra i diversi attori socio-economici presenti nel territorio Cremasco – conclude Dalboni – ma soprattutto un chiaro esempio del nostro modo di interpretare il ruolo di banca a servizio della Comunità».